Cos’è il modulo Secci e la sua importanza se vuoi sottoscrivere un contratto finanziario

26 Apr 2021

Informarsi attentamente sulle condizioni offerte dal contratto che intendiamo sottoscrivere con una banca, un istituto di credito o qualsiasi azienda ci fornisca un prodotto finanziario, è il primo passo per essere sicuri del prodotto che stiamo acquistando. Il modulo Secci serve proprio a questo: conoscere le condizioni contrattuali e, nel caso, confrontarle con altre per scegliere l’offerta migliore e più sostenibile per le nostre finanze.


Conoscere le condizioni contrattuali con il modulo Secci

Il modulo Secci è un documento informativo, obbligatorio per legge e il suo nome nasce dall’acronimo Standard European Consumer Credit Information. È obbligatorio dal 2011 in seguito all’approvazione del D.lgs. n. 141/2010 nell’ambito della tutela del consumatore e della trasparenza informativa di banche e finanziarie.

Per qualsiasi tipologia di prestito, mutuo, conto deposito o prodotto finanziario, erogato da una banca, in questo modulo potrai conoscere tutti i dettagli e le informazioni specifiche del prodotto che vuoi sottoscrivere.

Solitamente il modulo Secci è disponibile anche in pdf in tutti i canali digitali della banca e anche nelle sedi fisiche: qualsiasi soluzione di finanziamento, come i prestiti personali o mutui, deve essere corredata da questo modulo fondamentale per il consumatore. Inoltre, puoi richiederlo alla tua banca in qualsiasi momento, la banca, infatti, è tenuta a fornirlo gratuitamente. Il modulo Secci contiene in un unico documento tutte le indicazioni di base, decise a livello europeo, che consentono al consumatore, in modo trasparente, di capire il valore del prodotto finanziario prima di stipulare un contratto di prestito. Grazie a queste informazioni sarà possibile fare dei confronti tra le varie offerte sul mercato e scegliere quella migliore per le proprie capacità di spesa.


Modulo Secci: comprendere le informazioni contenute

Come ogni documento ufficiale, il modulo Secci contiene cinque sezioni che si ripetono in maniera standard. Analizziamo di seguito queste aree tematiche che solitamente sono spiegate in tre pagine e cinque tabelle fisse:

1. Identità e contatti del finanziatore o intermediario del credito. La prima tabella raccoglie tutti i dati per identificare sia il finanziatore che l'intermediario del credito. Nello specifico contiene:

  • i dati dell’istituto erogatore;
  • il tipo di contratto di credito proposto;
  • l’importo totale erogato;
  • la durata;
  • le condizioni di utilizzo del credito;
  • la finalità del prestito;
  • il bene o il servizio acquistato;
  • il numero e l’ammontare delle rate;
  • eventuali garanzie aggiuntive richieste.

2. Caratteristiche principali del prodotto di credito. Questa sezione ha lo scopo di identificare il credito e contiene:

  • tipo di contratto;
  • importo;
  • condizioni di prelievo;
  • durata del contratto di credito;
  • importo delle rate;
  • importo totale dovuto;
  • garanzie richieste.

3. Costi del credito e costi connessi

  • TAN e TAEG;
  • obbligatorietà di assicurazioni e polizze da sottoscrivere per ottenere il credito;
  • costi derivanti dal contratto (istruttoria, gestione pratica, oneri fiscali, spese per invio comunicazioni);
  • quando è possibile modificare le condizioni del contratto;
  • costi in caso di ritardo nel pagamento.

4. Aspetti legali

  • diritto di recesso;
  • rimborso anticipato;
  • consultazione di una banca dati (se il finanziatore rifiuta la domanda di credito dopo aver consultato una banca dati, il consumatore ha il diritto di essere informato immediatamente e gratuitamente del risultato della consultazione);
  • diritto di ricevere copia del contratto;
  • periodo di validità dell’offerta.

5. Informazioni supplementari in caso di commercializzazione a distanza. Nello specifico il finanziatore deve indicare:

  • codice di iscrizione all'Albo dei soggetti finanziari;
  • quali sono le autorità di controllo;
  • la giurisdizione di competenza;
  • la lingua in cui verrà scritto il contratto;
  • le indicazioni necessarie al consumatore per fare ricorso contro l'istituto di credito: a chi deve rivolgersi e come fare.

I prestiti Santander e i moduli informativi

Puoi calcolare la rata del tuo prestito Santander online, nella maniera più trasparente e facile possibile. Santander, infatti, mette a disposizione online tutti i documenti necessari per sottoscrivere un prodotto finanziario. Secondo la normativa in materia di trasparenza bancaria e nello specifico con il Decreto Legislativo n. 385/1993 – Testo Unico Bancario e Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari. Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti – puoi scaricare online in modo semplice e veloce la documentazione relativa alla contrattualistica e alle informazioni pre-contrattuali Santander. Una maniera facile e intuitiva per trovare tutte le informazioni che cerchi prima di sottoscrivere qualsiasi prodotto Santander.