Che differenza c’è tra TAEG e TAN: scopri come calcolare il costo effettivo di un prestito

26 Apr 2021

Un prestito è costituito da due variabili principali: TAEG e TAN. Oltre al capitale erogato, alla durata del finanziamento e all’importo delle rate, il valore di questi due parametri è fondamentale per conoscere il costo totale del prestito.
Nel dettaglio il TAN è il Tasso Annuale Nominale e il TAEG è l’acronimo di Tasso Annuo Effettivo Globale d’interesse. Scopriamo come calcolarli e qual è la loro differenza.

La principale differenza tra TAN e TAEG sta nel fatto che il TAN è un valore percentuale su base annua che definisce gli interessi relativi al prestito, il TAEG, invece, definisce il costo totale del prestito, comprendendo alcune delle spese accessorie connesse ad esso.

In secondo luogo, il TAN ha un effetto diretto sul costo del finanziamento e sull'importo delle rate, e quindi costituisce un parametro base per il calcolo degli interessi dovuti alla banca; il TAEG è, invece, soltanto un indicatore e in quanto tale non viene utilizzato per calcolare il tasso d'interesse del prestito.


Cos’è il TAN: ecco tutto quello che devi sapere

Il TAN è il tasso di interesse puro applicato al finanziamento: è l’interesse annuo calcolato sul prestito, ossia il prezzo, in percentuale e su base annua, richiesto da un creditore sull’erogazione di un finanziamento.

Nei piani di ammortamento di prestiti e mutui l’interesse viene pagato suddividendolo in rate a scadenza. Insieme alle spese di istruttoria, il TAN è il parametro fondamentale per il calcolo del TAEG.


Cos’è il TAEG e come incide sul finanziamento

Il TAEG è l’indicatore che rappresenta il costo totale del prestito personale o del mutuo e comprende le spese obbligatorie ai fini di apertura e pagamento del finanziamento.

Le spese comprese nel TAEG sono:

  • polizze aggiuntive obbligatorie
  • apertura e mantenimento dei conti correnti
  • gestione della pratica
  • costi relativi alle operazioni di pagamento

Non sono invece incluse nel TAEG:

  • le spese di perizia
  • le spese notarili
  • le imposte

Le informazioni relative a questo indicatore vengono indicate nel documento informativo precedente alla stipula del finanziamento.

Il TAEG è utile per comparare i mutui: prima di stipulare un contratto è, infatti, importante leggere la documentazione informativa per poter confrontare le varie proposte di mutuo. Guardando il TAEG di diversi finanziamenti, è quindi possibile calcolare con esattezza quale sia il più conveniente per le esigenze personali.


Calcolare TAN e TAEG per scegliere il prestito più giusto

Calcolare TAN e TAEG è fondamentale nella fase iniziale di richiesta di un finanziamento per effettuare una scelta ragionata, attenta e consapevole.

Nel calcolo di un mutuo o prestito, bisogna prestare particolare attenzione anche ad altre variabili. Il calcolo del TAN e del TAEG si differenzia a seconda dei tassi. Un finanziamento a tasso variabile viene calcolato sommando indici come l’Euribor (Euro Inter Bank Offered Rate) e il tasso BCE, lo spread, ovvero il guadagno lordo dell’istituto sull’operazione. Un finanziamento a tasso fisso, invece, viene calcolato facendo riferimento agli indici Eurirs (Euro Interest Rate Swap), che rappresentano il tasso di interesse annuo medio applicato dalle banche europee alle operazioni di swap per durate superiori ad un anno, ai quali andrà sommato sempre lo spread stabilito dall’istituto.

Nel calcolo del TAN però non vengono compresi gli oneri accessori, ad esempio le varie spese come quelle di istruttoria, di apertura pratica e di incasso delle rate, che vengono invece compresi nel calcolo del TAEG. Quest’ultimo è un indice espresso in termini percentuali, del costo complessivo del finanziamento, calcolato su base annua in relazione alla durata del finanziamento e alla periodicità delle rate.

Per legge, sia il TAN sia il TAEG, oltre che essere indicati nel documento precontrattuale che gli istituti di credito hanno l’obbligo di consegnare al richiedente (IEBCC o SECCI), dovranno figurare anche nel contratto definitivo.

Prestito per la ristrutturazione di casa e Prestito personale Santander

Con Santander è possibile, ad esempio, richiedere un prestito per la casa in maniera comoda e veloce, con una procedura completamente online. Attraverso il sito Santander puoi calcolare TAN e TAEG per confrontare i prestiti e i prodotti finanziari più idonei alle tue necessità.
Puoi collegarti al sito Santander ed effettuare una simulazione del finanziamento, inserendo la finalità del prestito, l’importo richiesto e la durata desiderata. Puoi calcolare subito la rata del prestito online Santander e scegliere cosa vuoi finanziare. Basta selezionare l'importo richiesto e inserire la tua data di nascita, scegliere il numero di rate e richiedere il prestito online, tenendo a portata di mano il tuo Iban e il documento di identità. In pochi passaggi puoi richiedere un prestito personale online al 100%.